L'ITALIA VISTA DAGLI STRANIERI..

venerdì 18 gennaio 2008

Il film Bianco e Nero al cinema

Elena lavora con passione come mediatrice culturale fra le istituzioni italiane e gli immigrati africani. Suo marito Carlo è un tecnico informatico e rimane defilato rispetto all’impegno della moglie. Soprattutto, non ama partecipare alle serate benefiche organizzate dall’associazione finché non conosce Nadine, la bella senegalese moglie di un collega di Elena. Fra i due scoppia la passione al punto che Carlo sarebbe pronto a mollare tutto per lei, una passione che porterà ovviamente ad un confronto-scontro fatto di pregiudizi, clichè e problemi di ogni sorta.
La regista Cristina Comencini ha deciso di trattare il tema del razzismo e della difficile integrazione attraverso lo strumento della commedia, cercando di affrontare dei temi così complessi con il sorriso ed un intelligente ironia.

In realtà non riesce ad arrivare fino in fondo, fermandosi lei stessa alla dicotomia del “bianco e nero” ripetuta allo sfinimento durante tutta la durata del film senza cogliere ed esaltare con maggiore profondità le sfumature che invece stanno in mezzo.
Non sembra esserci scambio o confronto, ma clichè reiterati dalla regista stessa, uniti a tutta una serie di banalità e macchiette per niente utili alla storia. Insomma, ben lontano da quel gioiellino intitolato Indovina chi viene a cena, questo film rimane in piedi per miracolo e neanche la simpatia di Fabio Volo e Ambra Angiolini riescono a riscattarlo, perché a mancare è il pathos, la trasmissione di qualcosa che ci faccia ragionare e colpire pur nella commedia. Anzi, soprattutto in questo tipo di commedia.

fonte www.localport.it
Condividi

Nessun commento:

Posta un commento

Ultimi post