L'ITALIA VISTA DAGLI STRANIERI..

lunedì 26 dicembre 2011

Giorgio Bocca . L'uomo che cambiò opinione sugli ebrei


Se ne va uno dei grandi giornalisti italiani , ma dietro di se lascia anche una scia di polemiche e di misteri sulle sue dichiarazioni discutibili e  delle frasi sugli ebrei e i napoletani.

Ecco cosa scriveva Giorgio Bocca contro gli ebrei nel 1942.

Giorgio Bocca (La Provincia Granda, 4 agosto 1942):

“Questo odio degli ebrei contro il fascismo è la causa della guerra attuale. La vittoria degli avversari solo in apparenza sarebbe una vittoria degli ebrei. A quale ariano, fascista o non fascista, può sorridere l’idea, in un tempo non lontano, essere lo schiavo degli ebrei?”.

----


Nel 2008 fece alcune dichiarazioni sulla città di Napoli dove definiva la città di Napoli una città decomposta da 1000 anni,

GIORGIO BOCCA L'UOMO CHE CAMBIAVA IDEA A SECONDA LA CONVENIENZA?

video dichiarazioni sulla città di Napoli


Condividi

mercoledì 21 dicembre 2011

Stanno uccidendo i greci.


In Grecia ci sono già bambini che hanno fame, e malati che non hanno medicine. A pochi mesi dall'inizio della crisi, a pochi chilometri dalle nostre coste.


Quando ho letto questa notizia pensavo fosse l'esagerazione di qualche blog catastrofista, tanto mi sembrava incredibile.
Invece è l'ANSA. Vi riporto qualche estratto:
Parlando con il sito online Newsit.gr, la donna ha affermato che nelle ultime settimane "sono stati registrati circa 200 casi di neonati denutriti perche' i loro genitori non sono in grado di alimentarli come si deve", mentre gli insegnanti delle scuole intorno all'istituto da lei diretto fanno la fila per prendere un piatto di cibo per i loro alunni che non hanno da mangiare. Il ministero della Pubblica Istruzione, che in un primo momento aveva definito la denuncia come "propaganda", si e' visto costretto a riconoscere la gravita' del problema.
Come hanno detto alcuni insegnanti al quotidiano To Vima, il problema di denutrizione esiste e viene individuato piu' facilmente nelle scuole a pieno tempo: "Molti ragazzi vengono in classe senza il pranzo e dicono di averlo dimenticato a casa perche' si vergognano di dire la verita'". E non mancano nemmeno i casi di pazienti che, dopo essere guariti, non vogliono lasciare l'ospedale perche' non hanno dove andare a dormire.
Stanno uccidendo i greci, e non solo con la fame. L'Unità, qualche settimana fa:
I ricoveri nelle strutture private sono crollati del 30% tra il 2009 e il 2010, mente quelli negli ospedali pubblici sono aumentati del 24%. Contemporaneamente, gli ospedali pubblici hanno subito tagli per il 40% del loro budget, molti lavoratori sono stati licenziati e quindi il personale è carente. Le code per una visita o per un ricovero sono diventate lunghissime, tanto da scoraggiare i pazienti e da alimentare il sistema delle bustarelle elargite a medici e infermieri.
Inoltre, cominciano a scarseggiare alcuni medicinali. Molte ditte farmaceutiche hanno infatti deciso di sospendere l'approvvigionamento di farmaci agli ospedali greci perché le fatture non venivano pagate da anni. Un esponente della Roche ha dichiarato sempre al Wall Street Journal che il gruppo svizzero ha interrotto la fornitura di alcuni farmaci anticancro, Novo Nordisk ha smesso di mandare insulina e Leo Pharma non spedisce più un farmaco anticoagulante e uno contro la psoriasi.
Questo blog si occupa di Grecia da tempo. Nel dicembre 2008, tre anni fa, sapevamo già che i greci sarebbero stati "i primi". E Pietro cominciò a seguire da vicino la Grecia nel gennaio 2010, due anni fa. Malgrado ciò, sono stupita dalla rapidità con cui la situazione si sta deteriorando. Non possiamo fare altro che assistere inorriditi alla tragedia che si consuma a poche ore di navigazione dalle nostre coste, con la sempre più ineluttabile consapevolezza che i prossimi saremo noi.

Fonte articolo

http://informazionesenzafiltro.blogspot.com/
Condividi

martedì 20 dicembre 2011

Cristiano Doni arrestato - IL VIDEO

Calcio scommesse Cristiano Doni arrestato nel cuore della Padania - IL VIDEO
Condividi

martedì 13 dicembre 2011

Strage di Firenze: Gianluca Casseri eroe razzista sul web

Firenze, dopo la paura della sparatoria di poche ore fa, in questo momento sta realizzando che, forse, l’artefice della strage potrebbe aver agito per un ideale razzista.

Dopo la strage fatta dal fiorentino , ora c’è sconcerto per cio’ che si legge sul web e soprattutto sui siti razzisti con a capo Stormfront.com dove si legge  : “Ha fatto bene, bisogna punire questi invasori e farli tornare nei loro paesi d’origine.

Gianluca Casseri era anche un giornalista , se non uno dei moderatori del forum razzista  Stormfront.com  , dove gli ebrei e gli immigrati vengono offesi da alcuni utenti ogni giorno.


Casseri non era un pazzo , ma era un uomo che odiava il diverso !!!






Condividi

Gianluca Casseri, lo scrittore, uccide 2 senagalesi e si toglie la vita

Giustiziere a Firenze: due senegalesi morti, altri 3 feriti, poi si uccide Il killer, Gianluca Casseri, era uno scrittore politicamente collocato all'estrema destra


(AGI) - Firenze, 13 dic. - Ore di follia omicida a Firenze, dove un uomo di 50 anni, Gianluca Casseri, ha ucciso due ambulanti senegalesi e ne ha feriti altri due in due distinte sparatorie e si e' toltola vita.

Casseri e' entrato in azione in tarda mattinaa, quando e' sceso dalla sua Polo grigia, si e' fatto strada tra i banchi del mercato di piazza Dalmazia e ha sparato contro tre africani. Due sono morti sul colpo e un terzo, ferito gravemente, e' stato portato all'ospedale Careggi.


Poco dopo Casseri ha sparato in un altro mercato, quello centralissimo di San Lorenzo, dove ha ferito un altro ambulante senegalese. A quel punto la caccia all'uomo era gia' scattata: localizzato dalle forze dell'ordine, Casseri ha realizzato di non avere via di scampo, ha rivolto l'arma contro di se' e ha premuto il grilletto. 


http://www.agi.it/in
Condividi

domenica 11 dicembre 2011

Scilipoti: Concia orgogliosa di essere lesbica? Anche i ladri lo sono

''Paola Concia e' orgogliosa di essere lesbica? Va bene, ma questo che significa? Anche una persona che si dichiara ladro si dice orgoglioso di esserlo proprio perche' si comporta in maniera diversa da tutti gli altri''. Sono le parole del deputato Domenico Scilipoti (Movimento di responsabilita') che intervistato durante il programma tv ''KlausCondicio'', in onda su You Tube ha aggiunto: ''Attenzione, uno puo' dire quello che vuole e fa bene, per carita', io non voglio contestarla o farle alcun tipo di rimprovero. Ho solo fatto riflessioni ad alta voce e ho il coraggio di dire cio' che penso. Se Paola Concia rivendica il suo lesbismo va bene, ma d'altra parte io rivendico cio' che penso con molta forza, e non ho nessuna difficolta' a sostenerlo e a gridarlo sempre piu' forte. La Concia fa una scelta personale ma sicuramente due donne che stanno insieme non possono essere paragonate ad una famiglia''.

Video

Condividi

sabato 10 dicembre 2011

Brucia il campo rom a Torino per la bugia di una ragazzina "falso stupro"

Lo stupro è falso, ma il branco brucia campo Rom




«Non ho subito stupro»
La ragazza di 16 anni che aveva denunciato di aver subito uno stupro ad opera di due giovani stranieri Torino, ha ammesso di non essere stata violentata e di averlo detto perchè era stato con un ragazzo. Lo si apprende dal Comando Provinciale dei Carabinieri del capoluogo piemontese e dal referto medico. Ma la folla in corteo di solidarietà, ha già la sentenza: il vicino campo Rom e  brucia le baracche dei nomadi. Fortunatamente nessun ferito.

Il racconto sul finto sturpo e i filmati
I carabinieri di Torino hanno visionato i filmati degli impianti di sorveglianza della zona e sentito come testimoni numerose persone per ricostruire quanto accaduto mercoledì pomeriggio, nel quartiere Vallette, dove una ragazza di 16 anni ha denunciato di aver subito uno stupro. Gli investigatori hanno vagliato il racconto della 16enne che ha riferito di essere stata aggredita da due ragazzi, che le sembravano stranieri, nel vicino parco, poi trascinata in un androne non lontano dallo stabile dove abita e qui violentata. I militari hanno ascoltando anche il fratello della ragazza, che l'avrebbe trovata in strada subito dopo e ha chiamato i carabinieri, ai quali ha riferito di aver visto scappare via due ragazzi.  Il tutto mentre è in corso una fiaccolata di solidarietà, che è degenera nel più bieco razzismo.

Spento l'incendio

Sono state spente dai Vigili del fuoco le fiamme appiccate in serata a baracche e roulotte di un campo nomadi alla periferia di Torino durante un corteo organizzato per protestare dopo la violenza sessuale denunciata da una sedicenne. Stando ad alcune testimonianze raccolte sul posto, alcuni dei manifestanti che hanno dato fuoco alle strutture del campo hanno tentato di ostacolare i vigili del fuoco che, con l'ausilio dei Carabinieri, sono poi riusciti a raggiungere l'incendio.

«Nessuno stupro»
La ragazza, interrogata dai carabinieri, avrebbe ammesso di non aver subito una violenza sessuale. Il referto ospedaliero del Sant' Anna conferma, però, che è avvenuto un rapporto sessuale. Secondo i militari, la ragazzina avrebbe detto di aver consumato il rapporto sessuale con un italiano, ma molti punti della vicenda sono da chiarire.

fonte : http://www.unita.it
Condividi

venerdì 9 dicembre 2011

Dominique Strauss-Khan- Video esultanza e ipotesi di complotto

Un Blackberry sparito nel nulla. Un ospite misterioso. Un dipendente del Sofitel che festeggia lo scoppio dello scandalo. Il Financial Times anticipa un'inchiesta della New York Review of Books che ricostruisce la vicenda costata al leader socialista francese la corsa all'Eliseo e la guida del Fmi. Ed elenca una serie impressionante di stranezze

Ma lo stupro sulla ragazza di colore c'è stato e Dominique Strauss-Khan lo ha ammesso di aver avuto un rapporto sessuale con la cameriera del Hotel.



leggi anche http://nuovi-italiani.blogspot.com/2011/05/strauss-kahn-sono-ebreo-e-per-questo.html
Condividi

Putin accusa la Clinton: Usa hanno fomentato le contestazioni

Condividi

Razzismo a Napoli: turista francese di colore picchiato e insultato

Altra giornata di “ordinaria” violenza a Napoli, questa volta niente spari e nessun morto, “solo” 3 giovani, di cui 2 minorenni (16, 17 e 23 anni), che hanno picchiato e insultato con frasi razziste un turista francese, colpevole solo di essere di colore.

Dei 3 giovani solo il 23enne è conosciuto alle forze dell’ordine, i due minorenni, finora erano incensurati; la loro furia xenofoba è scattata improvvisa nei confronti del turista francese di 24 anni, che stava semplicemente passeggiando con altri connazionali, che però non erano “di colore”; quando è successo il fatto si trovavano in via Mezzocannone, e lo hanno prima colpito alla testa con dei cocci di bottiglia, dopo che il ragazzo ha provato a scappare hanno infierito con calci e pugni, incuranti della gente che passava; si sono fermati solo all’arrivo dei carabinieri.
Sottoposti a perquisizione al maggiorenne sono state trovate 5 pasticche di ecstasy ed è stato portato al carcere di Poggioreale, mentre i minorenni al centro di prima accoglienza per i minori sul viale Colli Aminei.


fonte http://www.altopascio.info/
Condividi

martedì 6 dicembre 2011

Germania, gruppo nazista si finanziava con una versione razzista del Monopoli

Il gruppo nazista, "Clandestinità nazionalsocialista", per finanziarsi ha usato una versione razzista del Monopoli, il famoso gioco da tavolo, diventato Pogromly. Il via è rappresentato da una svastica, al posto delle stazioni ferroviarie ci sono i campi di concentramento ed in sostituzione delle case e degli alberghi ci sono bandiere di Israele in fiamme. Il gioco è venuto fuori durante una perquisizione delle forze dell'ordine.




Pubblicato il 6 Dic 2011 
fonte , http://www.nanopress.it
Condividi

giovedì 1 dicembre 2011

Gb shock: madre razzista riempie di insulti alcuni immigrati su un tram a Londra

Il video della giovane donna, che tiene in braccio il figlio e si scaglia contro gli stranieri presenti, è tra i più cliccati su Youtube
foto Da video 16:06 - L'ultima "star" di Youtube è una madre britannica di 34 anni. Si chiama Emma West e un suo video shock sta facendo il giro del mondo. La donna è stata ripresa con un telefonino mentre tiene in braccio il figlio e aggredisce verbalmente i passeggeri di un tram con violenti commenti razzisti sulla linea Croydon-Wimbledon, a sud di Londra. Visibilmente infastidita dai tanti lavoratori stranieri a bordo del tram, inizia ad insultare tutti ad alta voce: "Tornate nei vostri Paesi...nessuno di voi è inglese. ..tornate da dove siete venuti, state rovinando la mia Gran Bretagna". Ed è solo l'inizio del discorso confuso e pieno di volgarità pronunciato dalla giovane donna che, nello scioccante filmato, condisce il tutto con parolacce e insulti razzisti. In un primo momento nessuno sembra prestarle attenzione, poi qualcuno reagisce alle pesanti esternazioni razziste, in primis una donna di colore che dice: "Nessuno di voi inglesi vuole lavorare... se non fossimo venuti qui, voi non avreste gente per lavorare, noi dobbiamo fare il vostro lavoro". Per sedare gli animi è dovuta intervenire la polizia ferroviaria britannica che ha arrestato la donna e avviato un'indagine. L'accusa nei suoi confronti è di "reato contro l'ordine pubblico aggravato da discriminazione razziale". ECCO IL VIDEO SHOCK:



http://www.tgcom24.mediaset.it/
Condividi

Ultimi post