L'ITALIA VISTA DAGLI STRANIERI..

venerdì 3 giugno 2011

Immigrazione, Onu: "Recuperati 150 cadaveri". Ma la Tunisia smentisce: "Solo due corpi"

Immigrazione, Onu: "Recuperati 150 cadaveri". Ma la Tunisia smentisce: "Solo due corpi"


Giovedì un barcone era colato a picco nelle acque tunisine: disperse almeno 270 persone. Se confermata sarebbe la peggiore tragedia del Mediterraneo


18:03 - I corpi di 150 immigrati sono stati recuperati in mare nei pressi dell'isola di Kerkennah, al largo della Tunisia. Giovedì, a causa del mare grosso, si erano rovesciati alcuni barconi di disperati diretti verso le coste italiane. Lo ha riferito un funzionario dell'Onu.
Solo 200 dei 570 clandestini soccorsi a largo dell'isola di Kerkennah sarebbero sopravvissuti sul barcone con cui volevano raggiungere l' Italia. Nell'affondamento, causato dallo spostamento repentino dei clandestini verso una delle fiancate, nel tentativo di salire a bordo dei gommoni delle unità navali tunisine che erano andate in loro soccorso, i clandestini finiti in mare erano all'incirca 270.

I profughi, sistemati in un campo vicino al confine libico, sono cittadini di Niger, Mali, Indonesia, Ciad, Ghana, Liberia, Marocco, Egitto e Pakistan. Secondo quanto hanno riferito i superstiti, la nave, prima di colare a picco, dopo essere partita dalla costa libica, aveva vagato in mare per cinque giorni senza una rotta definita.

La Tunisia smentisce: "Solo due corpi in mare"
Dopo poche ore arriva però la smentita: la Guardia costiera tunisina, responsabile delle operazioni di soccorso in mare, non ha ripescato cadaveri. "Abbiamo recuperato solo due corpi" e "abbiamo sospeso le ricerche a causa del maltempo", ha dichiarato il direttore della stessa Guardia Costiera, Lotfi Baili, all'Afp. Notizia confermata dal colonnello Tahar Landoulsi, capo della Guardia Costiera a Sfax, da dove sono condotte queste operazioni.

"La peggior tragedia del Mediterraneo"
Il portavoce dell'Unhcr ha detto che l'incidente "sembra uno dei peggiori e più gravi per numeri di morti tra quelli accaduti quest'anno nel mar Mediterraneo".

tgcom
Condividi

Gli immigrati muoiono e i capi di stato festeggiano a Roma

Ieri era la festa della Repubblica italiana e l'Italia accolse tutti i capi di stato , dai più importanti ai meno importanti. Ieri a Roma c'era una grande festa mentre a 600 km da Roma immigrati che affogavano o che hanno visto sparire nell'acqua i proprio marito , la propria moglie o il proprio figlio.

Ovviamente tutti dicono che siamo tutti uguali ma con i fatti tutto è diverso . Gli uomini sono classificati in uomini di serie A , di serie B , C e così via..

Gli uomini di serie A ieri stavano a Roma mentre donne e bambini gridavano aiuto per non essere attirati dal mare.

Sono stati recuperati i cadaveri di 150 immigrati che risultavano dispersi da ieri dopo che il loro barcone ha avuto un'avaria al largo della Tunisia, mentre stavano tentando di raggiungere le coste italiane.

Il sogno spezzato di chi non c'è l'ha fatta e L'Europa sta a guardare impotente.
Condividi

Ultimi post