L'ITALIA VISTA DAGLI STRANIERI..

lunedì 19 gennaio 2009

Lavoro: immigrati, l'istruzione non paga

di ANSA
Bankitalia: effetto su retribuzioni 5 volte inferiore a italiani
(ANSA) - ROMA, 18 GEN - L'istruzione non paga gli immigrati. Per i lavoratori provenienti da Paesi meno sviluppati aver studiato conta poco ai fini retributivi. A dirlo e' una pubblicazione nella serie 'Temi di discussione' della Banca d'Italia: il rendimento sulle buste paga di anni passati sui banchi di scuola e' irrisorio e arriva ad essere fino a cinque volte piu' basso di quello raggiunto dai cittadini italiani. Si tratta di un rendimento stimabile in poco meno di un punto percentuale (0,8-0,9%) per ogni anno di scolarita'. Un valore largamente inferiore a quello generalmente stimato per i lavoratori del Belpaese, che si attesta tra il 5 ed il 6%. Il saggio analizza la relazione tra il livello di istruzione e la retribuzione conseguita su un campione di stranieri presenti in Lombardia tra il 2001 e il 2005 (circa 8mila sulla base della banca dati dell'Ismu) e provenienti da nazioni in via di sviluppo. Ad influenzare, ancor piu' in negativo, il salario e' poi lo status legale dell'immigrato. Gli irregolari hanno infatti una retribuzione inferiore di circa il 20% rispetto a quelli regolarmente presenti in Italia. Inoltre, il riconoscimento della cittadinanza italiana, a parita' di condizioni, si associa ad un salario dell'8% circa piu' elevato di quello di un immigrato con il solo permesso di soggiorno.(ANSA).
Condividi

Nessun commento:

Posta un commento

Ultimi post